Rinvenuti nel carcere di Augusta 14 telefonini e una sim

39

Durante dei controlli da parte della pollizia penitenziaria all’interno nella casa di reclusione di Augusta sono stati trovati quattordici cellulari, di cui 13 di piccolissime dimensioni e uno smartphone 8 nascosti tra il pane e un pacchetto di sigarette) e una scheda Sim nascosta dentro un evidenziatore. Lo hanno reso noto i dirigenti sindacali del Sippe Nello Bongiovanni e Antonello Grassadonia che plaudono alla brillante operazione effettuata dagli agenti in servizio al carcere ma anche ai colleghi che hanno svolto attività di polizia giudiziaria.

Nonostante la carenza di organico nel carcere di Augusta dove mancano circa 50 unità il personale di Polizia penitenziaria che lavora con sacrifici ha dimostrato grande professionalità.