12 mila studenti in meno in Sicilia

183

Calo delle nascite ed emigrazione: ecco il combinato disposto che ha svuotato le scuole siciliane. Il trend è ormai costante da anni: siamo di fronte a un’emorragia che nell’arco dell’ultimo ventennio ha ridotto il numero di alunni di oltre 140mila unità.

L’anno scolastico in corso è iniziato nell’Isola con 12.251 studenti in meno in tutte le scuole di ogni ordine e grado. Il 31 gennaio, termine ultimo per le domande d’iscrizione online per l’anno scolastico 2020-2021, il ministero dell’Istruzione aggiornerà anche la situazione regione per regione. E c’è già chi si sbilancia, affermando che «l’andazzo registrato negli ultimi anni in Sicilia verrà confermato». A parlare è Marcello Pacifico, presidente nazionale dell’Anief (Associazione nazionale insegnanti e formatori), convinto che «il calo demografico possa rappresentare un’occasione, specie in regioni come la Sicilia dove è alto il tasso di emigrazione delle famiglie, per redistribuire gli organici dei docenti in modo tale da garantire più tempo pieno da una parte e dall’altra per potenziare le scuole nei quartieri a rischio delle grandi città, nelle comunità montane e nelle isole minori».