Lombardia, Piemonte e Calabria verso lockdown

146
lockdown

Sono tre le regioni che si apprestano ad adottare misure più restrittive: Lombardia, Piemonte e Calabria. La Sicilia al momento non si trova tra le regioni ad alto rischio, ma l’attenzione resta alta poiché si teme il superamento della soglia critica dei contagi entro il mese di novembre.

Il presidente della regione Musumeci dopo il confronto con il governo, ha commentato: “Siamo in linea con il criterio generale che vede l’adozione di misure omogenee per l’intero territorio nazionale, ma occorre comprendere da subito come aggiornare e rendere più evidenti i parametri per le chiusure localizzate e i margini di manovra che eventualmente verranno assegnati alle Regioni”.

“Se infatti- continua il Presidente- come leggo da alcune indiscrezioni di stampa, spetterà alla Regione Siciliana adottare misure contenitive, sarà fondamentale costruire un filtro di condivisione dei livelli di emergenza con i ministri della Salute, dell’Economia e dell’Interno per avere precise garanzie a sostegno dei territori in lockdown. Dobbiamo stare tutti dalla stessa parte per vincere la partita più difficile che la storia recente ha assegnato alla classe dirigente della Nazione.”

Nel frattempo si aspetta che prenda forma il nuovo Dpcm, che dovrebbe essere varato entro mercoledì. Ancora diversi punti sono in discussione, tra cui l’orario in cui dovrebbe scattare il “coprifuoco”. Sembrerebbe confermata la divisione del Paese su tre diverse fasce di rischio.

“Avremo una fascia riservata alle Regioni a rischio alto, di scenario 4, con le misure più restrittive, poi avremo seconda una fascia, con Regioni a rischio alto ma compatibili con lo scenario tre, con misure lievemente meno restrittive; infine ci sarà una terza fascia con tutto il territorio nazionale per le restanti regioni”: lo precisa il premier Giuseppe Conte nelle sue comunicazioni al Senato.