Sicilia: allarme variante inglese

222
focolaio

E’ ormai certo che i contagi da Coronavirus in Sicilia sono dovuti principalmente alla variante inglese. La percentuale di tamponi che riscontrano la variante britannica nei positivi è del 55,2% (la media italiana è al di sopra del 54%). Lo confermano gli ultimi dati forniti dalla “flash survey” condotta dall’Istituto superiore di sanità e dal ministero della Salute insieme ai laboratori regionali e alla fondazione Bruno Kessler.

Nell’Isola, inoltre, sono stati riscontrati casi di variante sudafricana. Assente invece, almeno per il momento, la variante brasiliana. Come sottolinea l’Istituto Superiore di Sanita, la variante inglese è quella prevalente in quasi tutto il territorio nazionale, sebbene la variante brasiliana stia colpendo in maniera importante tutto il centro Italia.