Mafia: confiscati beni a commercialista di Gela

492
commercialista Gela

Sono stati confiscati beni a Salvatore Cascino, 49 anni, commercialista e consulente fiscale gelese. La confisca, il cui valore complessivo supera i 4 milioni euro, ha interessato una lussuosa struttura Agro-venatoria a Piazza Armerina, costituita da una riserva di caccia di 30 ettari, da un ristorante e da 7 residence costituiti da caseggiati prestigiosamente ristrutturati risalenti all’800; nonché 74 beni immobili (fabbricati e terreni), quote societarie in due società di Gela, autoveicoli e rapporti bancari.

Salvatore Cascino risulta gravato da precedenti penali per gravi illeciti fiscali commessi nel nord Italia nell’ambito della sua professione. Un’ulteriore serie di condotte oggetto di altri procedimenti penali con riferimento a fattispecie di tipo economico-fiscale, nonché l’assidua frequentazione di soggetti gravati da pregiudizi penali della stessa natura, hanno consentito di sostanziare a suo carico la figura di “soggetto socialmente pericoloso”.