Covid: nuovi particolari sull’origine del virus

220

Emergono nuovi particolari sull’origine del Virus. Il quotidiano The Australian riporta che il 24 febbraio 2020, ben prima che venisse dichiarata l’emergenza mondiale, uno scienziato cinese avrebbe depositato un brevetto per un vaccino anti Covid-19. E tre mesi dopo sarebbe morto in circostante misteriose.

Lo scienziato Zhou tra l’altro, avrebbe lavorato a stretto contatto con i colleghi del Wuhan Institute of Virology (WIV), tra cui Shi Zhengli, una delle più rinomate esperte cinesi nello studio dei coronavirus provenienti dai pipistrelli.

In quel periodo solo la Cina stava combattendo la sua battaglia contro il virus, che non si era diffuso globalmente. Se davvero Zhou ha depositato un brevetto a febbraio, significa che all’epoca gli scienziati cinesi stavano effettuando studi sul patogeno da (almeno) qualche settimana.

Nel caso in cui la storia fosse vera, si chiedono i più maligni, perché nessuno di questi scienziati ha avvisato il resto del mondo?